A Ventimiglia la mostra “Les Fils – idea! – I Fili” di Pier Paolo Quaglia

Appuntamento nella ex chiesa di San Francesco

Appuntamento fino al 5 Dicembre 2021 con la mostra “Les Fils – idea! – I Fili” di Pier Paolo Quaglia nella ex chiesa di San Francesco in via Garibaldi aVentimiglia Alta.

Le opere in mostra, circa trenta,  sono di Pier Paolo Quaglia, artista ventimigliese oggi nizzardo per scelta di vita, che torna sulla scena creativa dopo alcuni anni di silenzio sabbatico.
Si tratta di un ciclo di lavori estremamente originali e inediti, nati durante il confinamento del 2020, di cui esprimono il “tempo sospeso” di riflessione e meditazione, coniugato all’ansia e aspirazione a un nuovo futuro che sempre mantenga i suoi “fili” nel passato del mondo e dell’artista. E proprio i fili -che nel francese les fils diventano anche i figli- tessono le opere e l’idea che sta alla base di questo ciclo di opere, nel pensiero stesso di Pier Paolo:
La creatività è un fuoco che mi sono portato dentro tutta la vita, a volte era solo brace che aspettava l’ispirazione per riprendere vigore.
In questi miei ultimi lavori racconto storie nuove con gesti che hanno la memoria di un passato.
Adesso ho bisogno di ricordare e queste mie opere sono la sintesi di tutte le esperienze creative che mi hanno permesso di realizzare quello che pensavo.
I miei quadri sono dipinti, ricamati e arricchiti di oggetti trovati che contribuiscono a raccontare il mio pensiero.
Ogni fazzoletto, tovagliolo o pezzo di lenzuolo prende una posizione di fronte alla vita.
“Io esisto e c’ero” … in ultima analisi la mia arte è un’assunzione di responsabilità!
Anche la tecnica che uso recupera tutte le mie esperienze passate: collage, disegno, pittura e ricamo.
La tecnica produce materia che è l’estensione di ogni artista.
Raccontarmi usando un collage di elementi diversi mi corrisponde profondamente, è come parlare tramite immagini in modo che il messaggio non venga travisato: una sorta di ricerca di purezza nella comunicazione.
La testimonianza di un’esperienza artistica che si credeva passata torna alla vita con gioia potente, per riannodare i fili di un discorso mai finito e accendere ancora la creatività attraverso una pratica tradizionalmente legata al mondo femminile di cui l’artista si appropria per trasmetterla a chi lo vuole, in un personale ritorno all’infanzia, quando la nonna gli insegnava l’arte del ricamo.
Questo inedito progetto espositivo consacra il ritorno di Pier Paolo sulla scena ,  incarnando l’idea di “riprendere il filo” di un racconto -personale, intimo, universale- e, nella visione e obiettivi dei curatori, di riprendere le briglia del destino di un territorio anche attraverso la meraviglia espressiva di questo artista profondo, delicatamente complesso e insieme pop e futurista.

Reperti contemporanei 2021
Ritornano infatti, dopo una pausa nel 2020, le proposte di Reperti contemporanei,  progetto contenitore, ideato e curato da Silvia Alborno a partire dal 2005, che da allora  annualmente porta  arte contemporanea in siti patrimoniali dell’estremo Ponente ligure, a volte con escursioni transfrontaliere, grazie alla collaborazione con il musée Jean Cocteau di Mentone. 

L’obiettivo essenziale e fondamentale del progetto è restituire valore e vitalità al territorio e ai suoi tesori museali, paesaggistici e architettonici attraverso  la proposta di eventi di arte contemporanea e quindi l’incentivazione di un turismo culturale sempre più coinvolgente, accessibile e sostenibile. I luoghi e gli spazi negli anni toccati dall’evento-contenitore reperti contemporanei sono molteplici, a partire dal MAR-Forte dell’Annunziata e la  Villa Giardini botanici Hanbury di Ventimiglia; il museo-biblioteca Clarence Bicknell, l’Istituto Montale, l’Oratorio San Bartolomeo di Bordighera; come si diceva, il Museo Cocteau di Mentone.

A ottobre 2021 reperti contemporanei si poserà per la prima volta sulla Chiesa di San Francesco a Ventimiglia Alta, con la mostra “Les fils-idea! – i fili”.

Le opere saranno in mostra con orario: mercoledì-giovedì-venerdì 15-18; sabato-domenica 10-12/15-18.


Il progetto è a cura di Silvia Alborno e Lucia Palmero, installazione di Peter Bottazzi, allestimento del restauratoreAndrea Semeria. Patrocinio della Città di Ventimiglia e main sponsor Marina di Ventimiglia.

Bookshop in mostra a cura di Logoteca con Daniela Giumini e Marco Muraro.
Spazio off a San Francesco #ultraviolhat con Pasquale Putrino e i suoi  “uncinetti”.

Tags: , , , ,

I commenti sono chiusi.